Tutto da cambiare, Tonino!

Tutto da cambiare, Tonino!
Tonino è cresciuto ed è a spasso nella rete! Se vuoi puoi seguirlo su Blook Intrecci nella rete. Leggi tutto il libro gratis a puntate! Qui trovi il primo capitolo: https://blookintreccinellarete.blogspot.com/2015/06/antonio-punto-e-capo-primo-capitolo-due.html

lunedì 25 febbraio 2019

Segnalazione: Master di scrittura seriale di fiction. Iscrizioni fino al 10 marzo.

Un’offerta formativa specialistica per giovani sceneggiatori, con particolare attenzione al rapporto tra scrittura, criteri di costo, regia e montaggio. È questo l’obiettivo del Master di scrittura seriale di fiction, organizzato dal Centro Italiano di Studi Superiori per la Formazione e l’Aggiornamento in Giornalismo Radiotelevisivo, con sede a Perugia, in collaborazione con Rai-Radiotelevisione Italiana/Direzione Rai Fiction, e con il sostegno dell’Associazione Produttori televisivi (APT).
Info: https://www.centrogiornalismo.it/master-di-scrittura-seriale-di-fiction/

giovedì 21 febbraio 2019

Aprite quegli scrigni!


Un magico scrigno

Per molti,
forse per troppi,
il vocabolario
è soltanto un grande letto
a castello
in cui le parole dormono,
pigramente,
un sonno infinito.
Per altri, invece,
il vocabolario
è un magico scrigno,
in cui rovistare
con dita leggere,
in cui le parole brillano
come vivide gemme,
in un sempre diverso
scintillio di luce,
in una ricchezza
che non ha mai fine.
G. E. Mordan

Poco prima di sposarmi, in occasione del mio compleanno, la mia nonna mi regalò dei soldi, dicendomi che potevo acquistare un regalo a mia scelta. Volevo comprarmi qualcosa che mi rimanesse come un suo ricordo e pensai a lungo a questo regalo. Alla fine, la scelta cadde su un vocabolario. Sarebbe stato utile nella mia nuova casa, dato che il vecchio, che avevo sempre usato, era di famiglia e sarebbe rimasto nella mia casa di origine. Tuttora occupa un posto d’onore nella mia libreria e, tutte le volte che lo consulto o semplicemente mi cade lo sguardo sulla sua costola verde, mi riporta alla mente la mia nonna, che purtroppo non c’è più. Non credo che oggi molti consultino il grosso librone; probabilmente usiamo dizionari on line, che hanno senz’altro il vantaggio di essere di veloce consultazione e a peso zero, ma aprire questo scrigno ha sempre il suo fascino. Rimestare fra le parole, scorrerle e farsele rotolare in bocca, quasi in un sussurro, scoprire l’etimologia di un termine … è un esercizio che potrebbe portarci grandi benefici per arricchire il nostro lessico. Eppure, nel 98% dei nostri discorsi, usiamo solo circa 6.500 parole, che formano il nostro vocabolario di base. Fra l’altro, forse non tutti sanno che oltre al vocabolario classico e ai sinonimi e contrari, esistono molti altri tipi di vocabolari, stimolanti e utili per chi vuole imparare a scrivere bene e a comunicare in modo efficace. Vediamoli:  

Il dizionario delle collocazioni, che vi mostra le combinazioni lessicali della lingua e la loro capacità associativa. Le collocazioni possono essere frequenti e comuni, oppure più specifiche e raffinate. La ricerca delle collocazioni può essere fatta partendo da un nome, da un verbo o da un aggettivo e vi aiuta a formulare una frase che esprimerà veramente cosa volevate dire, in ogni sfumatura.

Il dizionario analogico vi viene in aiuto quando, esponendo un concetto, vi sfugge una parola che servirebbe a esprimere al meglio ciò che volete dire. Colma quindi una lacuna espressiva attraverso una catena di analogie, che vi porta pian piano a individuare la parola che stavate cercando nella vostra testa.

Il dizionario etimologico raccoglie invece l’origine delle parole, la loro nascita, vi spiega da dove derivano e come si sono formate.

Il dizionario storico narra la storia della parola.
Offre la spiegazione del significato della parola, con esempi in cui questa è usata nelle varie opere letterarie ( su http://tlio.ovi.cnr.it/TLIO/ trovate il Tesoro della Lingua Italiana delle Origini TLIO).


In più, tre anni fa, l’editore fiorentino Franco Cesati pubblicò un simpatico volume: “Il dimenticatoio, dizionario delle parole perdute”. In una versione accattivante, erano proposte duemila parole di basso uso, letterarie e obsolete, per comunicare in modo più vario e accurato. Per quale motivo dovremmo perderci per strada dei vocaboli che fanno parte della nostra cultura? Fra l’altro questo volume potrebbe essere facilmente usato anche per fare il gioco del vocabolario, per le cui regole vi rimando a questa pagina di Wikipedia:  https://it.wikipedia.org/wiki/Gioco_del_dizionario. Ho scoperto questo gioco a casa di amici, che avevano una vecchissima versione del gioco da tavolo “Bindolo”, oggi introvabile. In ogni caso, anche senza “Bindolo”, potete giocare semplicemente con un dizionario, penne e fogli. Buon divertimento!

Per concludere, vi segnalo anche il sito unaparolaalgiorno.it: se vi iscrivete (gratis) riceverete ogni giorno una mail con un nuovo vocabolo, spiegato e commentato.

Non vi resta quindi che attingere a piene mani alla ricchezza della lingua italiana! Buon viaggio!  

lunedì 18 febbraio 2019

Firenze e i suoi itinerari alchemici

Scoprire la faccia segreta e sconosciuta di Firenze attraverso ‘itinerari alchemici’. È la proposta dell’associazione Firenze Alchemica che organizza, con il patrocinio del Comune di Firenze, visite guidate e corsi di formazione per guide turistiche alla scoperta dei significati simbolici di opere d’arte, monumenti, giardini, pitture e sculture. Una valorizzazione di aspetti fino a oggi quasi del tutto sconosciuti, la cui riscoperta si basa sullo studio di testi e documenti d’archivio.  
“Siamo felici di supportare e dare il patrocinio a questa iniziativa – ha detto l’assessore Del Re - che promuove itinerari diversi e sempre più ricchi, formando anche nuove guide turistiche. Un’occasione per i nostri concittadini ma anche per chi arriva in città di scoprire una Firenze insolita, vista da un’angolazione particolare che rappresenta senza dubbio un arricchimento per tutta la città. E’ su questo fronte che vogliamo andare: scoprire Firenze sotto una prospettiva nuova e promuovere luoghi anche meno battuti dai flussi turistici e dagli stessi fiorentini”.
Gli ‘itinerari alchemici’ conducono il visitatore alla scoperta della faccia segreta e nascosta del Complesso di San Lorenzo, con sagrestie, Biblioteca laurenziana e Cappelle medicee, Museo degli Argenti (Palazzo Pitti), parco della villa Medicea di Pratolino, cattedrale e campanile di Giotto, Palazzo Vecchio, Giardino di Boboli e Grotta Grande, Basilica di San Miniato al Monte, Palazzo Medici Riccardi e Cappella dei Magi di Benozzo Bozzoli, Galleria degli Uffizi.  
L’associazione no-profit ‘Firenze Alchemica’ nasce da un’idea di Pier Giuseppe Valmori, biologo, erborista, profondo conoscitore di alchimia e di tradizioni sapienziali che si è formato sui testi di Tommaso Palamidessi. Firenze Alchemica promuove la riscoperta del significato simbolico di opere d’arte, monumenti, giardini, pitture, sculture: una valorizzazione di aspetti fino a oggi quasi del tutto sconosciuti, la cui riscoperta si basa sullo studio di testi e documenti d’archivio. Firenze Alchemica organizza presso la propria scuola corsi per guide turistiche. Al seminario introduttivo, incentrato sulle ‘basi della tradizione ermetica’, fanno seguito master specifici dedicati alla decifrazione simbolica di luoghi, monumenti, musei, relativi agli ‘Itinerari alchemici’. L’associazione organizza anche corsi pratici sulla tradizione alchemica ‘Alchimia dei colori’ e ‘Arte del mandala’ e il corso di Pittura iconografica ‘Alchimia dell’Icona’. Per informazioni www.firenzealchemica.eu.

Fonte: newsletter Comune di Firenze

venerdì 15 febbraio 2019

Segnalazioni: passeggiate e libri viventi

Firenze e l'Arno:
storie fiorentine intorno al fiume
Sabato 16 febbraio ore 10.00
partenza da piazza Goldoni

ancient-architecture-bridge-981686.jpg
Una passeggiata alla portata di tutti per scoprire storie, racconti e aneddoti della città intorno al suo principale protagonista: l'Arno. 

per informazioni e prenotazioni:
info@sconfinandointoscana.it oppure 3393936635 - 3208259571

contributo per la partecipazione 10 euro, bimbi sotto i 10 anni 5 euro. 


Francigena by night
Sabato 23 febbraio ore 13.30  
fiume_elsa_colle4.jpg
Un pomeriggio di trekking dal fiume turchese al bel castello di Monteriggioni. Cammineremo in alcuni sentieri nei pressi del fiume Elsa e lungo la via Francigena fino ad arrivare come veri pellegrini a rifocillarsi al bar dell'Orso ai piedi di Monteriggioni. Un trekking insolito e affascinante al quale non potete mancare.

Prenotazioni a info@sconfinandointoscana.it e 3208259571 oppure 3899959482 entro il 19 febbraio.

Contributo 14 euro, non adatto a bambini, adatto a ragazzi dai 16 anni abituati a camminare.

Laboratorio di libri viventi
21 febbraio
dalle ore 19.30 alle ore 21.30
presso Sala polivalente CiviCa Biblioteca di Calenzano
advice-advise-advisor-7096.jpg
Il Catalogo di libri viventi è in continuo aggiornamento e oltre ai titoli già presenti, ci sarà spazio anche per nuove storie e nuovi autori. Per chi è già un libro in "Catalogo" ma vuole sviluppare un altro racconto e per chi, è curioso e vuole per la prima volta di intraprendere questa esperienza, non mancate a questo incontro di laboratorio presso la Sala Polivalente della Civica Biblioteca di Calenzano. Sarà la giusta occasione per dedicarci all'ascolto, al confronto e alla messa a punto di nuovi titoli per il "Catalogo Vivente 2019".
Partecipazione libera e gratuita, è gradita la conferma di presenza ai nostri contatti 3899959482 o scrivete a info@sconfinandointoscana.it.

mercoledì 6 febbraio 2019

Passeggiata a Firenze, 9 febbraio

Sabato 9 febbraio la passeggiata del Q2 ci porterà a camminare sulla collina di San Domenico, con partenza alle 9.30 dall'edicola all'angolo tra Via Lungo l'Affrico e Viale Righi. Durante la camminata è prevista la visita della villa ove hanno sede i Comboniani, in Via Aldini. Il percorso è ad anello, su asfalto, con diversi saliscendi.


Segnalazione: Dai impulso al futuro - seconda edizione

“Dai Impulso al futuro” è uscito il bando della seconda edizione del progetto per il reinserimento lavorativo dei ragazzi tra i 18 ed i 35 anni.

Il bando, aperto fino al 22 Febbraio 2019, prevede un percorso formativo gratuito  di 9 settimane  per valorizzare le proprie competenze professionali  renderle più spendibili nel mondo del lavoro, oltre ad offrire la possibilità di 2 mesi di tirocinio retribuito.
Progetto Impulso è promosso da Fondazione CR Firenze in collaborazione con Euroteam progetti sas, Vivaio per l’intraprendenza, l’impresa sociale tedesca Projectfabrik e l’Ufficio Scolastico regionale per la Toscana.
È un’occasione per i giovani entro i 35 anni di mettersi alla prova e sviluppare il piano d’azione personale e professionale.
Alla selezione (aperta dal 28 gennaio al 22 febbraio) possono partecipare tutti i giovani residenti sul territorio della Città Metropolitana di Firenze che:
  • abbiano assolto l’obbligo scolastico
  • abbiano tra i 18 e i 35 anni
  • siano inoccupati o disoccupati e iscritti al Centro per l’Impiego.
 
Per iscrizioni e informazioni
www.fondazionecrfirenze.it/iniziative/dai-impulso-al-tuo-futuro/
www.fondazionecrfirenze.it/wp-content/uploads/2019/01/DaiIMPULSOaltuofuturo_Bando_def1.pdf
Tel: 055 281822
Cellulare: 340 9612730
impulso@vivaiointraprendenza.it
Fonte: Fondazione CR Firenze

Segnalazione: SID 2019 safer internet day

Il SID2019 Safer Internet Day coincide anche quest’anno con la giornata contro il bullismo ed il cyberbullismo, simboleggiata dalla campagna “Nodo blu”.

Il 5 febbraio 2019 e tutta la prima settimana sono dedicate al tema “Contro il cyberbullismo una nuova alleanza tra scuola e famiglia”.
#SID2019 è celebrato in 100 paesi al mondo ed in Italia si organizzano eventi sotto l’egida di Generazioni Connesse  tra cui l’evento, organizzato dal MIUR e dalla Presidenza del Consiglio, al MICO di Milano in cui intervengono: Polizia Postale e delle Comunicazioni, l’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, l’Università degli Studi di Firenze, l’Università degli Studi di Roma “Sapienza”, Save the Children Italia Onlus, SOS Il Telefono Azzurro Onlus, Cooperativa Sociale E.D.I., Skuola.net, Agenzia di stampa Dire e l’Ente autonomo Giffoni Experience.
Nel corso dell’evento è stato presentato il documento “Linee guida per l’uso positivo delle tecnologie digitali e la prevenzione dei rischi nelle scuole” per una progettazione didattica in linea con la sicurezza online e la legge 71/2017 per la prevenzione del cyberbullismo.
L’alleanza tra scuola e famiglia sembra l’unica via possibile per la prevenzione dai rischi della Rete. Una prevenzione rivolta ai più giovani che navigano quotidianamente, vivono i social e seguono youtuber s e creators, fin da piccoli, e che necessitano competenze ed educaione non formale per sfruttare le opportunità del web e proteggere i propri dati e la propria privacy.
Molte le azioni a sostegno di queste tematiche.
Il  MIUR e Generazioni Connesse stanno promuovendo un programma di Educazione Civica Digitale nelle scuole https://www.generazioniconnesse.it/site/it/educazione-civica-digitale/ con un sillabo dedicato
Inoltre è stata attivata anche la paittaforma per la formazione online anti-bullismo per docenti “Elisa” https://www.piattaformaelisa.it/
Infine ricordiamo anche l’aizone costatnte della Polizia Posta a sostegno della sicureza dei minori su Internet come l’ultima campagna “Una vita da social” .
Fonte: Portale ragazzi.it