Tutto da cambiare, Tonino!

Tutto da cambiare, Tonino!
Tonino è cresciuto ed è a spasso nella rete! Se vuoi puoi seguirlo su Blook Intrecci nella rete. Leggi tutto il libro gratis a puntate!

mercoledì 5 giugno 2013

Appunti di scrittura creativa: usare il suono delle parole per creare ritmo nella pagina


 
Quale è Takete? Quale è Maluma?

Mi sembra di aver già affrontato in qualche post l’importanza del suono delle parole. Sicuramente troverete alcuni spunti in proposito nei post del 26 agosto 2012 e del 7 settembre 2012. Ma oggi, per riflettere praticamente sulla cosa, voglio proporvi un “test”. Vedete le figure qui sopra? Sapreste dirmi quale delle due si chiama Takete e quale Maluma? Provate a chiedere anche alle persone intorno a voi. Dopo un certo numero di “prove”, noterete che quasi tutti avranno indicato come Maluma la figura composta da linee curve e come Takete quella composta da angoli acuti. Questo “test” fu ideato da uno psicologo tedesco, W. Kohler, per dimostrare la teoria della “conformità naturale delle parole”. Secondo questa teoria c’è un rapporto strettissimo fra l’oggetto che la parola rappresenta e il suono o la forma della parola stessa. Nella figura “morbida” e tondeggiante, le linee curve corrispondono ai suoni “molli” delle consonanti m e l, mentre nella figura spigolosa, gli angoli acuti corrispondono ai suoni “duri” delle consonanti t e k. Questo può darci degli spunti per riflettere su quanto sia importante arricchire il nostro vocabolario: scegliendo accuratamente i vocaboli da utilizzare, potremo plasmare la nostra pagina, dandole un suono e un ritmo diverso a seconda dell’effetto che vorremo ottenere.  

Nessun commento: