Tutto da cambiare, Tonino!

Tutto da cambiare, Tonino!
Tonino è cresciuto ed è a spasso nella rete! Se vuoi puoi seguirlo su Blook Intrecci nella rete. Leggi tutto il libro gratis a puntate!

mercoledì 6 novembre 2013

Appunti di scrittura creativa - Siete in crisi? Provate così!

G.Boldini - Giovane donna che scrive
Capita di sentire la fatica di scrivere. Magari avete anche buttato giù una scaletta degli avvenimenti e i personaggi sono ben delineati e vividi nella vostra mente, oppure non avete ancora chiara tutta la storia ma siete pieni di idee e scrivete senza sapere dove vi porterà la vostra creatività. Insomma, la storia o l'ispirazione ci sono, ma nella vostra testa, non sulla carta. E' normale scoraggiarsi quando sediamo davanti al computer e tutte le idee premono nella mente e devono trovare la loro forma scritta, perché tutto ciò che è chiarissimo dentro di noi, è difficile da "tradurre" e mettere sulla pagina. Di solito quando scrivo, cerco di stare attenta da subito alla punteggiatura, ai paragrafi, a usare le parole più appropriate e ad evitare ripetizioni, ma giorni fa, lavorando all'ultima storia che sto scrivendo, poiché ero molto stanca, ho cominciato a scrivere di getto, senza preoccuparmi di correggere eventuali errori di battitura, virgolette, ecc. e mi sono accorta che sono riuscita a scrivere di più e con più naturalezza e ispirazione. Scrivere in questo modo renderà sicuramente più faticoso il processo di revisione e limatura finale (ma esiste una revisione che non sia faticosa?
L), ma vi aiuterà a completare prima il  vostro libro, liberi dalle catene della precisione. Fate volare le dita sulla tastiera, seguendo solo la storia che volete scrivere: vomitatela! E mandate a letto il vostro io pignolo. Al momento ciò che ci interessa è trasferire tutte le idee sulla pagina. I vostri pensieri saranno così più liberi e più concentrati sulla storia. Dovete conservare la gioia di stare con i vostri personaggi. Sentitevi a vostro agio. Se doveste uscire con un carissimo amico per fare due chiacchiere in relax vi concentrereste maggiormente sulla vostra voglia di stare insieme e divertirvi o sull'abito da indossare?
Per rendere il tutto presentabile ci sarà tempo dopo la prima stesura. E a proposito poi delle revisioni dei testi, non trovate anche voi che in generale, rispetto agli anni passati, ci siano più refusi di stampa nei libri? Prima le eventuali critiche a un lavoro poco accurato di revisione e editing erano riservati solo a chi si auto pubblicava, oggi è frequente trovare "errori" anche nei libri pubblicati dalle case editrici. Lo avete notato anche voi? Che effetto vi fa? Toglie in qualche modo il piacere della lettura, essendo un elemento di disturbo o tutto sommato il cervello riesce a correggere i refusi quasi senza accorgersene?  

Se deciderete di seguire il consiglio e di provare a scrivere di getto, condividete la vostra esperienza. Come vi siete sentiti? Siete riusciti a scrivere di più? Rileggendo il vostro lavoro, vi sembra che sia diverso rispetto a quando lavorate con più pignoleria sulle questioni "tecniche"?
T. Signorini - Bambina che scrive
 

Nessun commento: