Tutto da cambiare, Tonino!

Tutto da cambiare, Tonino!
Tonino è cresciuto ed è a spasso nella rete! Se vuoi puoi seguirlo su Blook Intrecci nella rete. Leggi tutto il libro gratis a puntate!

domenica 24 agosto 2014

Itinerari trekking per famiglie: da Castelrotto a San Michele

Alpe di Siusi agosto 2014 D.D.
Durante le nostre vacanze a Castelrotto, abbiamo fatto questa piacevole camminata, che è adatta anche ai bambini (con un po’ di volontà! Non mancheranno gli animali da ammirare lungo il percorso, e questo sarà sicuramente un incentivo per loro!)
 
L’escursione parte da Castelrotto (1060 m) e arriva alla chiesetta di S. Michele (1282 m) in circa 1 ora e 40 minuti. Per il ritorno abbiamo deciso di prendere l’autobus, poiché aveva cominciato a piovere … purtroppo il tempo non è stato clemente quest’anno … L’idea iniziale era di arrivare fino a Passo Pinei (1442 m) per ammirare il panorama sulla Val Gardena, ma forse con i bambini sarebbe stata davvero una camminata troppo lunga, anche se non avesse iniziato a piovere! A occhio e  croce, da Castelrotto a Passo Pinei, andata e ritorno, dovrebbero essere circa 4 ore di cammino buone.
 
In ogni modo, se volete fare la nostra passeggiata, dovete partire dal retro della Chiesa di Castelrotto seguendo il segnavia 10. Dopo poco, all’asfalto si sostituiscono sentieri, prati, boschi. Passerete anche davanti a quella che fu la casa di Leo Santifaller (noto storico nato a Castelrotto nel 1890), fino a incontrare ampi rovi di more, quest’anno piuttosto in ritardo, forse per il clima strano di quest’estate … abbiamo visto anche un piccolo roditore che se ne stava beato lungo il sentiero e che non è scappato nemmeno al nostro passaggio e più avanti cavalli, alpaca (questi non me li aspettavo!), mucche.
 
il piccolo roditore lungo il sentiero - D.D.
 
gli alpaca, incontro inaspettato - D.D.
Se avete intenzione di pranzare con dei panini portati da casa, poco prima di arrivare alla Chiesa di San Michele troverete la scuola del paese e la caserma dei vigili, e proprio lì davanti c’è un comodo tavolino e delle panche di legno. Per far divertire i bambini ci sono anche un’altalena e una “casina” sull’albero. La parte più faticosa è proprio il bosco che si attraversa prima di raggiungere il paese, a causa della salita costante.
 
il bosco che porta a San Michele - D.D.
 
Ha cominciato a piovere proprio quando siamo arrivati davanti alla chiesetta, che abbiamo trovato aperta. Dopo una piacevole sosta per ammirarne l’interno, ci siamo rifugiati sotto il casottino della fermata dell’autobus per tornare a Castelrotto. Le corse non sono molto frequenti (e non molto economiche!), e per ingannare l’attesa ci siamo messi a leggere “Storie del bosco antico” di Mauro Corona: brevi racconti sugli animali dei boschi che sono piaciuti molto ai bambini.
Panorama su Castelrotto da San Michele - D.D.
Dato che i tempi di percorrenza dipendono molto dal passo dei camminatori, per cercare di darvi un’idea più precisa sul grado d’impegno di questa passeggiata, vi dirò che il contapassi segnava 10.386 passi (Castelrotto-San Michele).
Dopo la pioggia siamo stati premiati con un arcobaleno magico - D.D.
 

Nessun commento: