Tutto da cambiare, Tonino!

Tutto da cambiare, Tonino!
Tonino è cresciuto ed è a spasso nella rete! Se vuoi puoi seguirlo su Blook Intrecci nella rete. Leggi tutto il libro gratis a puntate!

martedì 13 gennaio 2015

Appunti di scrittura creativa: collezionare articoli interessanti.

Oggi c’è il sole, perché se non sapete cosa scrivere non uscite a fare una bella passeggiata? Potreste, come prima tappa, avventurarvi in una zona della città che non frequentate molto. Camminate senza fretta, fate un salto al mercato rionale, prendetevi un caffè in un bar sconosciuto ma che vi attira, catturate frammenti di conversazioni, fate il pieno di nuovi stimoli visivi. Parlate con qualche passante chiedendo informazioni, per esempio su dove sia una buona cartoleria fornita. Attaccate bottone! Ascoltate! Dovremmo tutti imparare a essere ascoltatori migliori: non prestate attenzione solo alle parole, ma anche al modo particolare che ogni persona ha di parlare o di raccontare una storia, o anche solo di fornirvi un’indicazione. Esercitate l’arte dell’empatia! Come sta andando questo esperimento? In cosa è diverso questo quartiere dal vostro? Riuscite a orientarvi bene? Come vi sembrano le persone? Notate qualcosa di particolare? Trovata la cartoleria, compratevi un bel quadernone ad anelli e andate in cerca di un’edicola. Acquistate un quotidiano e una rivista.  Poi tornate a casa, senza fretta, e dedicatevi alla lettura dei giornali che avete comprato. Raccogliete nel quadernone gli articoli che vi colpiscono maggiormente o che vi sembrano più interessanti e cercate di dedicarvi a questa raccolta in modo costante, per avere sempre articoli aggiornati. Questo quadernone è una riserva di idee per quando non sapete cosa scrivere o una storia non va avanti. Date un’occhiata agli articoli che avete raccolto e prendete spunti. Ad esempio, un articolo di una rivista dedicata al turismo, può darvi l’idea di un buon posto per ambientare la vostra storia e vi fornisce preziose informazioni sulla città, che potete usare nel corso della vostra narrazione. Oppure guardate le foto: riuscite a immaginare il vostro personaggio mentre cammina su quel ponte? Cosa ci è andato a fare? E’ solo o c’è qualcuno con lui/lei? Oppure può capitarvi di non avere un’idea precisa su un vostro personaggio, sulle sue caratteristiche fisiche. Bene, perfino le pubblicità possono darvi una mano! Sfogliate riviste e giornali, soffermatevi sui volti che incontrate pagina dopo pagina; potreste finalmente fermarvi su una foto ed esclamare: “Ecco qui la mia protagonista!”. Cosa vi dice quel volto? Quali storie ha da raccontare?   

 “Era l’impresa più semplice del mondo per lei, perché implicava qualcosa che sapeva fare alla perfezione: prestare attenzione. Era questo il suo dono. Pochissime persone lo facevano: prestare attenzione a qualcuno – con la più grande sollecitudine cui si potesse fare appello in un determinato lasso di tempo – era un regalo più prezioso di qualsiasi merce." Min Jin Lee
Chez le Pere Lathuille, Edouard Manet - 1879
 P.S. tutta la storia della passeggiata non era fine a se stessa ... avete incamerato idee da sfruttare per scrivere, vero? ;-)

"Proust leggeva i giornali con grande attenzione, non trascurava neanche i fatti di cronaca. Un fatto di cronaca raccontato da lui poteva diventare un romanzo a sfondo tragico o comico grazie alla sua immaginazione e alla sua fantasia" - Lucien Daudet

Nessun commento: