Tutto da cambiare, Tonino!

Tutto da cambiare, Tonino!
Tonino è cresciuto ed è a spasso nella rete! Se vuoi puoi seguirlo su Blook Intrecci nella rete. Leggi tutto il libro gratis a puntate!

martedì 4 luglio 2017

Il volo di Michelangelo , Firenze

La vita di Michelangelo raccontata nelle piazze di periferia.
Gran finale al Castello dell'Acciaiolo nella rassegna organizzata dal Teatro della Toscana.

La Compagnia Teatri d'Imbarco porta il suo spettacolo Il volo di Michelangelo in alcune piazze della periferia della città e sarà ospite infine nella rassegna organizzata dal Teatro della Toscana per Scandicci Estate al Castello dell'Acciaiolo.


Lo spettacolo arriva in alcune piazze del Q5 con un agile allestimento scenotecnico che ne lascia inalterato il potere emozionale. Una narrazione di piazza, per restituire al teatro la sua antica capacità di coinvolgere spontaneamente il pubblico.
Il primo appuntamento sarà lunedi 3 luglio in Piazza Garibaldi a Peretola. Il giorno successivo, martedi 4, in via del Giardino della Bizzarria (area mercato) in zona Novoli e giovedi 6 in via Guglielmo Jervis (area giardino). Tutti e tre le serate avranno come orario d'inizio le 21.30 e saranno ad ingresso gratuito.
Venerdi 7 lo spettacolo sarà invece ospite della rassegna Shakespeare Shaker organizzata dal Teatro della Toscana per Scandicci Estate Open City al Pomario del Castello dell'Acciaiolo (informazioni: Teatro della Pergola 0550763333, biglietteria@teatrodellapergola.com o www.teatrostudioscandicci.it).

"Il volo di Michelangelo" è scritto e diretto da Nicola Zavagli. In scena Beatrice Visibelli, Marco Natalucci e Ginevra Pruneti al violoncello. I suggestivi costumi di scena sono dalla Sartoria Teatrale Fiorentina.

Un racconto teatrale per voce e violoncello. Un lungo volo nella vita d'un mito. Quasi una fiaba popolare, a volte poetica, a volte ironica. Per ripercorrere tutto d'un fiato il mistero concretissimo del genio indiscusso dell'arte universale. Un invito alla conoscenza.
Uno spettacolo teatrale per raccontare la vita di Michelangelo, del creatore divino. L’intento della narrazione drammaturgica è quello di raccontare la grande leggenda artistica e biografica del genio mettendola a confronto con alcune verità storiche emerse dopo quattro secoli di indagini critiche che hanno frugato in ogni dettaglio della sua vita. E naturalmente viaggiare in leggerezza dentro l’aneddotica e le imprese artistiche, e i tratti della sua personalità. Il racconto sarà appassionato, popolare, divertito, per comporre il ritratto di un artista che mantiene intatto il potere di emozionare tutti.
Lo spettacolo si inserisce all’interno di un percorso artistico che la Compagnia Teatri d’Imbarco ha intrapreso da anni intorno alle biografie di alcuni grandi italiani nel mondo, come Giacomo Puccini, Tina Modotti, Amedeo Modigliani, Amerigo Vespucci, Gino Bartali, Giuseppe Garibaldi in una drammaturgia in equilibrio tra affabulazione e gioco scenico, in continuo rapporto con la musica dal vivo.
 
 

Nessun commento: