Tutto da cambiare, Tonino!

Tutto da cambiare, Tonino!
Tonino è cresciuto ed è a spasso nella rete! Se vuoi puoi seguirlo su Blook Intrecci nella rete. Leggi tutto il libro gratis a puntate!

giovedì 15 febbraio 2018

Segnalazione: "Mio padre votava Berlinguer", al Teatro delle Spiagge, Firenze

sabato 17 febbraio ore 21
Teatro delle Spiagge Stagione 17/18 ____________________________
MIO PADRE VOTAVA BERLINGUER
dall'omonimo romanzo di Pino Roveredo
regia di Massimo Navone
con Pino Roveredo, Alessandro Mizzi
e Tina Arcieri (organetto)
prodotto da Bonawentura / Teatro Miela ( Trieste)
 
Due generazioni a confronto che continuano a incrociarsi e a scambiarsi memorie delusioni, nostalgie, vittorie e sconfitte. Tre artisti diversi per tre diversi linguaggi: letteratura, recitazione e musica. E’ dall’equilibrio di queste  espressività che prende vita uno spettacolo unico.
«Continuo a scrivere, papà, scrivere veloce, con la parola che attacca la parola, la riga che rincorre la riga, con lo spazio che si accorcia, e con le cose da dire che pretendono di essere raccontate». Una confessione al padre, un padre operaio-calzolaio sordomuto. Scomparso ma ancora vivo nel ricordo e nelle parole. Un padre che votava Berlinguer ma, prima che per una scelta ideologica, per la consapevolezza che lui era “una brava persona”. E questo giudizio continua a premere sulla realtà rimasta, di oggi, e a porre problemi. Un buon padre, certo, anche se l’alcol era una delle sue debolezze. E un figlio che ripercorre una sua vita di cadute e risalite, private e pubbliche. Un figlio che rivendica la sua terza media, il suo operaismo, la sua irregolarità di scrittore, e si pronuncia sull’attualità rimpiangendo, ma a occhio asciutto, la “fatica” di un tempo, la solidarietà. 
Pino Roveredo scrittore triestino, vincitore del Premio Campiello 2005 con il romanzo Mandami a dire. Mio padre votava berlinguer è l'ultimo romanzo uscito ( Bompiani 2012).  Massimo Navone, regista e drammaturgo, è stato fino al 2015 direttore dell'Accademia d'Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano. Alessandro Mizzi è attore e anima del Teatro Miela / soc Bonawentura, inventore con Stefano Dongetti (e le regie di Paolo Rossi ) del Pupkin Kabarett triestino.
 
Ingresso 12 euro, ridotto 10 euro/ Spettacolo inserito nell'abbonamento metropolitano PassTeatri
 
info e prenotazioni 055 310230, 329 4187925, info@teatridimbarco.it

Nessun commento: