Tutto da cambiare, Tonino!

Tutto da cambiare, Tonino!
Tonino è cresciuto ed è a spasso nella rete! Se vuoi puoi seguirlo su Blook Intrecci nella rete. Leggi tutto il libro gratis a puntate!

giovedì 25 settembre 2014

12 ottobre, giornata nazionale del camminare

Giuseppe De Nittis

Le colline tra Pozzolatico e le Due Strade
Domenica 12 ottobre
Un territorio di confine e raccordo, prolungamento di Firenze verso sud, in una zona dove si incrociano i bacini di due fiumi, l’Ema e la Greve e altrettanti importanti e storici assi stradali: la Via Senese e la Via Volterrana. Insomma un bellissimo territorio proteso tra la nostra città e la mirabile area meridionale, impreziosito da “case da signore”, ville, giardini e poderi disseminati nell’arco delle colline
Una storia importante, quella del Galluzzo. Da piccolo borgo tardo- duecentesco a sede della omonima Lega (nel 1415 fu “podesteria” dalla quale dipendevano Casellina e Ponte a Greve oggi a Scandicci, Bagno a Ripoli, i Colli fiorentini di Arcetri, San Leonardo e San Felice, San Casciano, Greve in Chianti e Impruneta) e fino al 1929 Comune autonomo. Rimane, a ricordo di questo suo passato, l’antico Palazzo del Podestà nell’omonima Via. La memoria storica vive nel reticolo viario urbano ed extraurbano, negli antichi tracciati di collegamento, nella straordinaria commistione tra natura e architettura, campagna e dimore storiche, ville e case contadine, chiese e monasteri e la grandiosa Certosa sul bel poggio di Montacuto, uno dei capolavori assoluti di questo territorio.
Ore di cammino (soste escluse): 3
Ritrovo al Galluzzo (bus Ataf n°37) in Piazza Acciaiuoli presso il l’edicola alle ore 9
Rientro previsto alle ore 13 circa
Non ci sono difficoltà di sorta, ma si consiglia di indossare scarpe robuste e portare con se una scorta individuale di acqua. Escursione accompagnata da Guida Ambientale Escursionista.
Camminata gratuita. Prenotazione obbligatoria telefonando direttamente alla guida: Pierluigi Cosola 328-3540747
Telemaco Signorini
 
"Camminare non è semplicemente terapeutico per l’individuo, ma è un’attività poetica che può guarire il mondo dai suoi mali"
Bruce Chatwin
 

Nessun commento: