Tutto da cambiare, Tonino!

Tutto da cambiare, Tonino!
Tonino è cresciuto ed è a spasso nella rete! Se vuoi puoi seguirlo su Blook Intrecci nella rete. Leggi tutto il libro gratis a puntate!

venerdì 20 settembre 2013

Appunti di scrittura creativa: catturare il lettore con un buon twist (non preoccupatevi! Non dovete imparare a ballare!)


Domenica pomeriggio siamo stati a vedere Monster University . Anche se non mi è piaciuto come Monster & Co. è comunque un film carino da vedere, con simpatici eroi imperfetti calati in una storia reale, malgrado il loro essere mostri a cartoni animati! Credo che questi film, che mostrano la realtà e le difficoltà della vita, siano educativi e utili da far vedere ai bambini. Senza svelare niente del film, perché magari volete andare a vederlo e non voglio rovinarvi la sorpresa, dirò solamente che a un certo punto mi aspettavo che la trama volgesse verso una soluzione ”scontata” e invece … proprio all’ultimo momento, il percorso di Mike e Sulley prende una piega diversa che, almeno personalmente, mi ha soddisfatto di più. Ed eccoci all’argomento di oggi. Guardando il film e riflettendo su questo piccolo “colpo di scena” (che in inglese si chiama “twist”, lo specifico perché nei manuali di scrittura creativa potreste trovare questo termine) ho pensato a quanto sia importante per la scrittura fornire al lettore dei passaggi imprevedibili. Un buon cambiamento imprevisto che inseriamo nella storia, la fa funzionare meglio, ed è sempre una buona idea metterne alcuni, strategicamente, alla fine dei capitoli, per catturare il lettore e “costringerlo” a girare le pagine per scoprire cosa succederà. Quando leggiamo un libro, infatti (penso che capiti a tutti) tendiamo, forse inconsciamente, a immaginare il seguito prima ancora di averlo letto. Se a un tratto invece di leggere effettivamente cosa ci stavamo aspettando, lo scrittore introduce un “cambio di programma”, inevitabilmente la nostra attenzione, che potrebbe essere calata rispetto all’entusiasmo iniziale, verrà immediatamente ricatturata, per capire verso quali lidi porterà la nuova rotta.  Un buon esercizio che potremo fare in questi giorni è scrivere un racconto che includa un colpo di scena, o usare questo stratagemma nel libro che stiamo scrivendo, se la trama e il fine ultimo della storia lo permettono. Se stiamo lavorando a un libro, pensiamo a situazioni ed eventi da inserire che potrebbero renderlo più interessante. Non c’è bisogno di stravolgere completamente la trama, magari basta cambiare qualcosa o far arrivare il nostro personaggio alla “meta finale” passando attraverso una strada meno banale. 

Mi piacerebbe provare a dialogare con voi su quest’argomento. Potrebbe essere una buona idea segnalare titoli di libri o di film che vi sono piaciuti proprio per un cambiamento improvviso del corso della storia o per un colpo di scena particolarmente efficace. Sentitevi liberi di fare le vostre segnalazioni, aggiungendo, se volete, dei commenti. Classici esempi possono essere la tragedia l'"Edipo re" di Sofocle, il film "Il sesto senso" diretto da M. Night Shyamalan, "The Others" di Alejandro Amenabar o "I soliti sospetti" di Bryan Singer. E voi? Che cosa aggiungete?
macchie di mite bellezza a Castello Pasquini, Castiglioncello
 

Nessun commento: