Tutto da cambiare, Tonino!

Tutto da cambiare, Tonino!
Tonino è cresciuto ed è a spasso nella rete! Se vuoi puoi seguirlo su Blook Intrecci nella rete. Leggi tutto il libro gratis a puntate!

mercoledì 8 aprile 2015

Fatherland a Bologna, Steven Guarnaccia si racconta


 
Steven Guarnaccia, uno dei più importanti illustratori contemporanei, in occasione di Bologna Children’s Book Fair 2015 trasforma la sede di Hamelin (via Zamboni 15, Bologna) nella propria casa e si racconta ai visitatori. Guarnaccia ha una personalità poliedrica, che si è espressa in varie forme: dalle tavole pubblicate, fra gli altri, da “Abitare”, “Rolling Stones”, “Domus”, e il “NewYork Times”, alle sue collaborazioni con il MoMA e con altre aziende nel campo del design industriale, i contributi per disegnare gioielli, orologi (Swatch) e murales (Disney Cruise). È anche autore di libri che spaziano dalla cultura popolare al design, ai libri per ragazzi. Attualmente vive a New York, dove insegna al Dipartimento di Illustrazione alla Parsons – NewSchool for Design.

Fatherland vi offre l’occasione di conoscere da vicino il mondo di Steven attraverso i ricordi della sua infanzia, i rapporti familiari, l’immigrazione. Le memorie si dipanano e si esprimono col disegno e con l’installazione di una collezione di oggetti a cui l’artista assegna nuova “vita” e significati. Oggetti che servono da miccia per accendere la memoria e attingere all’esperienza umana: matite, righelli, mazze, seghe, scarpe, scatole di sigari, camicie di legno, guanti, birilli, bastoni, valigie … una sorta di scambio fra l’artista e il visitatore: sensazioni, riflessioni, ricordi di cui ci rende partecipi e per i quali non mancheremo di trovare analogie e somiglianze con le nostre storie personali.

Orari mostra: dal lunedì al venerdì 10.00-13.00/15.00-18.30 | Chiuso sabato e domenica – fino all’8 maggio 2015 – Hamelin Associazione Culturale, Bologna.

Per approfondire:  stevenguarnaccia.com

www.fumettologica.it/.../fatherland-steven-guarnaccia-mostra-a-bologna dove potete leggere un articolo dedicato alla mostra e alcuni testi dell’artista che accompagnano l’esposizione (oltre ad alcune foto delle opere).

Nessun commento: