Tutto da cambiare, Tonino!

Tutto da cambiare, Tonino!
Tonino è cresciuto ed è a spasso nella rete! Se vuoi puoi seguirlo su Blook Intrecci nella rete. Leggi tutto il libro gratis a puntate!

venerdì 24 aprile 2015

Maggio ... profumo di libri ...




E' partita la quinta edizione del Maggio dei Libri, promossa dal Centro per il libro e la lettura e dal  Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO.

L’edizione 2015 resta fedele all’ispirazione originaria, ovvero “ rapire i libri dai loro contesti tradizionali e trasportarli in scenari originali”. Quindi prendono il via dibattiti e reading nei più svariati posti: scuole, supermercati, negozi, giardini pubblici, fino ad approdare alle “Piazze del libro”  in 18 piazze d’Italia dal 21 maggio al 2 giugno.

Anche le scuole svolgeranno un ruolo indispensabile per organizzare progetti di lettura che promuovano la seconda edizione di “Libriamoci” (dal 26 al 31 ottobre 2015).

Con l’occasione vi segnalo anche il Premio “Scriviamoci”, altra novità di questa edizione. “Passami i tuoi pensieri e le tue emozioni in 30 righe” è l’invito rivolto a tutti gli studenti delle Scuole Superiori italiane. I ragazzi potranno scegliere sotto quale forma presentare il testo: una poesia, una lettera, una pagina di diario, un racconto breve. Ogni scuola potrà inviare tre testi, entro l’8 maggio 2015. La premiazione avrà luogo entro giugno presso il MIUR. I premi in palio: un corso di tre giorni presso la Scuola Holden di Torino al primo classificato, mentre al secondo e terzo posto sono previste, rispettivamente, le spese di viaggio e la partecipazione per due persone al Festivaletteratura di Mantova e le spese di viaggio e la partecipazione per due persone all’Expo 2015 di Milano.

Info e modulo di partecipazione:


Sul sito ufficiale della manifestazione potete anche inserire la vostra iniziativa, se avete una buona idea da proporre!
Chiudo segnalandovi anche l’iniziativa delle “Donne di carta”: una raccolta firme per la carta dei diritti della lettura http://firmiamo.it/la-carta-dei-diritti-della-lettura-donnedicarta?utm_source=DonneDiCarta&utm_medium=email&utm_campaign=CartaLettura-Dest
 

"Leggere è una ricchezza per la persona e per la comunità. E' una porta che ci apre alla conoscenza, alla bellezza, a una maggiore consapevolezza delle nostre radici, ai sentimenti degli altri che spesso ci fanno scoprire anche i nostri sentimenti nascosti, come poco fa è stato detto. Non è vero che la lettura sia stata e sia un'abitudine di personalità introverse. E' vero il contrario: è una chiave per diventare cittadini del mondo, per conoscere esperienze lontane, per comprendere le contraddizioni e le storture, ma anche per comprendere le grandi potenzialità del mondo che ci circonda, dell'umanità che ci circonda. E' un modo per far nascere speranze, per coltivarle, per condividerle.

I latini chiamavano liber il manoscritto, il libro. Liber, come il sostantivo e l'aggettivo che definivano l'uomo libero. Si tratta - lo sapete, certamente lo sanno i vostri docenti - di etimi diversi. La parola "libro" viene da corteccia, la corteccia degli alberi sulla quale si incidevano le iscrizioni. Ma questa identità del termine è quanto mai opportuna: in questo tempo avvertiamo particolarmente che leggere è parte di un percorso di libertà. Diceva un grande scrittore per ragazzi, Gianni Rodari: "Vorrei che tutti leggessero. Non per diventare letterati o poeti, ma perché nessuno sia più schiavo". Più libri vuol dire più libertà. Più lettori vuol dire più conoscenza, più spirito critico, più autonomia di giudizio, elementi essenziali di una convivenza." -  Un estratto dell'intervento del Presidente Mattarella in occasione della Giornata Mondiale del libro e del diritto d'autore.

Nessun commento: